Traduzione di “The Crypto Anarchist Manifesto” scritto da Timothy C. May.

The Crypto Anarchist Manifesto
Simbolo del cripto-anarchismo

Come molti sapranno, Bitcoin è un’invenzione che parte da lontano.

L’idea di avere una moneta nativa di Internet, una sorta di contante digitale, era già nella testa di alcune persone fin dai primi anni ‘80.

Prima dell’invenzione di Satoshi Nakamoto, i tentativi per creare una moneta di Internet sono stati parecchi.

I problemi nel creare una moneta nativa di Internet erano diversi, perciò per varie ragioni tutti questi tentativi fallirono.

Oggi facciamo un tuffo nel passato e andiamo a ripercorrere uno degli eventi che influenzò la creazione del protocollo Bitcoin: “The Crypto Anarchist Manifesto”.

Scritto da Timothy C. May nel 1988 e pubblicato successivamente il 22 novembre 1992, “The Crypto Anarchist Manifesto” rappresenta una prima lettura essenziale per tutti i neofiti.

Timothy C. May, meglio noto come Tim May, scrittore politico e ingegnere americano è stato uno dei membri fondatori del movimento Cypherpunk, insieme a John Gilmore ed Eric Hughes.

Fu uno dei membri più influenti dagli anni ’90 al 2003, grazie ai suoi scritti su crittografia e privacy.

Nel 1988, nel suo manifesto, introduce i principi base del cripto-anarchismo: scambi crittografati che garantiscano il totale anonimato, la totale libertà di parola e di mercato.

Il cripto-anarchismo è un’ideologia politica focalizzata sulla protezione della privacy, sulla libertà politica ed economica; gli aderenti al movimento cripto-anarchico utilizzano software crittografici per la sicurezza e la riservatezza delle informazioni ricevute e inviate sulla rete.

Il termine cripto-anarchia descrive l’ambiente in crescita di Internet non regolamentato, dove la condivisione illimitata dei dati e lo sviluppo del libero mercato sono diventati possibili grazie all’utilizzo di strumenti come le valute decentralizzate e software di comunicazione crittografati.

Il prefisso “cripto-” deriva dal greco antico kruptós, che significa “nascosto” o “segreto”.

Molti esperti ritengono che Timothy May sia stato una grande fonte d’ispirazione per progetti come Bitcoin e WikiLeaks.



The Crypto Anarchist Manifesto

Uno spettro sta tormentando il mondo moderno, lo spettro della cripto-anarchia.

La tecnologia informatica è sul punto di fornire la possibilità a individui e gruppi di comunicare e interagire tra loro in modo totalmente anonimo.

Due persone possono scambiarsi messaggi, condurre affari e negoziare contratti elettronici senza mai conoscere il vero nome o l’identità legale dell’altro. Le interazioni sulle reti non saranno rintracciabili, grazie a un esteso reindirizzamento di pacchetti criptati e a macchine a prova di manomissione che implementano protocolli crittografici con una garanzia quasi perfetta contro qualsiasi tentativo di manomissione. La reputazione avrà un’importanza centrale, molto più importante nei rapporti commerciali che nelle attuali valutazioni del credito. Questi sviluppi altereranno completamente la natura della regolamentazione governativa, la capacità di tassare e controllare le interazioni economiche, la capacità di mantenere segrete le informazioni e cambieranno persino la natura della fiducia e della reputazione.

La tecnologia per questa rivoluzione — che sarà sicuramente una rivoluzione sociale ed economica — esiste in teoria da un decennio. I metodi si basano sulla crittografia a chiave pubblica, su sistemi di zero-knowledge proof e su vari protocolli software per l’interazione, l’autenticazione e la verifica. Finora l’attenzione si è concentrata nelle conferenze accademiche in Europa e negli Stati Uniti, conferenze monitorate attentamente dalla National Security Agency. Ma solo recentemente le reti informatiche e i personal computer sono diventati abbastanza veloci da rendere queste idee realizzabili. E i prossimi dieci anni porteranno ulteriore velocità, sufficiente a rendere queste idee economicamente fattibili e, in sostanza, inarrestabili. Reti ad alta velocità, ISDN, macchine a prova di manomissione, smart card, satelliti, trasmettitori in banda Ku, personal computer multi-MIPS e chip crittografici attualmente in fase di sviluppo saranno alcune delle tecnologie abilitanti.

Lo Stato cercherà ovviamente di rallentare o fermare la diffusione di questa tecnologia, indicando preoccupazioni per la sicurezza nazionale, l’uso di questa tecnologia da parte di trafficanti di droga ed evasori fiscali e il timore di una disgregazione sociale. Molte di queste preoccupazioni saranno valide; la cripto-anarchia consentirà il libero scambio di segreti nazionali e il commercio di materiali illeciti e rubati. Un mercato informatico anonimo consentirà persino la creazione di aberranti mercati degli omicidi e delle estorsioni. Diversi elementi criminali e stranieri saranno utenti attivi di CryptoNet. Ma questo non fermerà la diffusione della cripto-anarchia.

Proprio come la tecnologia della stampa ha trasformato e ridotto il potere delle corporazioni medievali e la struttura del potere sociale, allo stesso modo i metodi crittografici cambieranno fondamentalmente la natura delle aziende e dell’interferenza del governo nelle transazioni economiche. Insieme ai mercati emergenti dell’informazione, la cripto-anarchia creerà un mercato liquido per qualsiasi materiale che possa essere tradotto in parole e immagini. E nello stesso modo in cui un’invenzione apparentemente minore come il filo spinato ha reso possibile la recinzione di vasti ranch e fattorie, modificando per sempre i concetti di terra e di diritti di proprietà ai confini dell’Occidente, così anche la scoperta apparentemente minore di una branca arcana della matematica diventerà la pinza tagliafili che demolisce il filo spinato attorno alla proprietà intellettuale.

Alzati, non hai nulla da perdere se non le recinzioni di filo spinato che ti circondano!




Conclusione

Rileggendo queste parole del “The Crypto Anarchist Manifesto” sembra quasi che Tim May sia riuscito a prevedere il futuro che ci attende.

Un futuro in cui grazie all’utilizzo di software possiamo tutelare la nostra privacy e di conseguenza la nostra libertà.

Oggi, con una connessione Internet, un anonimato affidabile ed una valuta decentralizzata, possiamo veramente preservare la libertà che stiamo perdendo come società.





Se questo contenuto ti è piaciuto, considera la possibilità di fare una donazione scansionando il QR code qui sotto con un wallet Lightning Network.

LNURL


2 risposte

Lascia un commento